La Pizza

Pubblicato il da cuocavale

Buon pomeriggio a tutti,
oggi come promesso incomincio con l'inserire la prima delle ricettine relative al mio buffet di compleanno.
OK lo so, la pizza....banale...ognuno ha la sua ricetta...che quasi sempre si fa ad occhio.
Quasi quasi non la volevo nemmeno postare però...però ho ripensato a quando odiavo impastare a mano...a quanto ci ho messo per trovare il mio metodo e le mie dosi e adesso che mi viene sempre benissimo voglio comunque condividere con voi i miei passaggi.
Premetto che per tutte le foto del buffet non ho le foto degli step ma solo del risultato finale....se mi fossi messa a fotografare tutto sarei ancora lì ehehe

Ingredienti per una teglia grande grande o due più piccole (io ne faccio una grande anche perché ci piace bella alta):
- 250 g di farina 0
- 250 g di farina Manitoba (eventualmente anche 500 g di farina 0 vanno bene)
- 3/4 di cubetto di lievito di birra
- 2 cucchiai di olio evo
- 1 cucchiaino scarso di zucchero
- 2 cucchiaini di sale
- acqua q.b.
(io di solito ne metto 250 ml e di solito va bene, eventualmente ne aggiungo o aggiungo farina, ma quello si capisce solo dall'impasto)

Per prima cosa metto in una ciotola molto grande le due farine, poi sbriciolo il lievito in un po' di acqua tiepida (dei 250 ml) e lo faccio sciogliere completamente, poi lo aggiungo alla farina insieme all'olio, il sale e lo zucchero.
Infine aggiungo la restante acqua, giro un po' con un cucchiaio (non faccio mai la fontana perché faccio dei veri disastri) e quando il tutto si è leggermente amalgamato lo rovescio sul piano di lavoro e comincio ad impastare con le mani leggermente infarinate.
L'impasto va lavorato a lungo...la mia mamma dice sempre che + lo si impasta e meglio lievita. Potrebbe risultare appiccicoso, ma se continuate ad impastare bene vedrete che formerete una bella palla liscia.

A questo punto infarino un po' il piano di lavoro, e ci metto la mia palla, coprendola con un telo pulito e lascio lievitare un paio d'ore (attenzione a non far prendere corrente o giri d'aria).
Inizialmente avevo non pochi problemi nello stendere la pasta nella teglia...mia mamma mi ha sempre detto che va fatto con le mani, senza usare il mattarello....io ci riesco anche, ma non mi viene tutta alta uguale così ho adottato un altro metodo: stendo comunque la pasta con il mattarello, poi lascio lievitare un'altra mezzora o un'oretta (dipende dal tempo che ho) nella teglia.
In questo modo viene altissima, proprio come piace a noi. Con questo metodo mi viene sempre benissimo.

Poi procedo in questo modo: prima di tutto ci metto il pomodoro (rigorosamente a pezzettoni), poi spolverizzo con un po' di sale e tanto origano. Poi la mozzarella a cubettini (io uso quella in panetto, perché non fa l'acqua).
Fatto ciò, potete guarnire la pizza come più vi piace...noi di solito ne facciamo metà al salamino piccante (in questo caso non metto il sale insieme all'origano perché viene già abbastanza salata) e l'altra metà con prosciutto e carciofini.
Per il compleanno ne avevo fatta anche con wurstel e con tonno/cipolle.
In questo caso abbiamo mangiato le pizzette fredde ma ovviamente appena sfornata è molto più buona!!!!
Non mi resta che mostrarvi le foto e spero che questo post possa essere utile a qualcuno.

PIZZA AL PROSCIUTTO



PIZZA AL SALAMINO PICCANTE


PIZZA AL TONNO E CIPOLLE E PIZZA AI WURSTEL

Con tag ricette base

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Sabrina 05/21/2009 10:34

Ciao Vale,
proverò anch'io questa ricetta, di solito noi la facciamo fine e rotonda, come quella della pizzeria, ma per una festa questa è perfetta! Il lievito preferisco quello fresco in cubetti... ho provato una volta sola quello secco e la pizza era completamente diversa :O(
A presto, e grazie per tutte le ricette,
Sabrina :O)

tati 05/19/2009 12:27

hai ragione non ho mai provato a congelare il cubetto, grazie della dritta, proverò appena finisco la scorta di lievito secco :)

Vale 05/19/2009 09:40

Ciao Tati,
in effetti le dosi sono abbondanti, infatti a noi ne avanza sempre un bel po', ma ci piace fredda il giorno dopo, quindi ne facciamo di + volutamente.
Ho provato anche io a usare il lievito secco ma non mi piace molto. Io il secondo cubetto di solito lo congelo e poi lo prendo fuori quando mi serve, tanto è piccolo e si scongela subito :)
un bacio
Vale

tati 05/19/2009 08:27

ciao vale, io con queste dosi la faccio x due volte :) a noi piace un po' più bassina, solitamente la impasto e dopo la lievitazione, metà la faccio subito e l'altra metà la congelo per la settimana dopo. non viene male, però effettivamente per farla bassa come la faccio io è praticamente impossibile non usare il mattarello. io anzichè i cubetti (che li trovo sempre in coppia e uno dei due fa sempre in tempo a fare la muffa) uso il lievito quello in polvere.
proverò ad usare le due farine, non ho mai provato :)